15 giugno 2015

GRUPPO DI LETTURA: Commento dei primi 7 capitoli

Sono  in ritardo, lo so e mi scuso profondamente ma gli impegni di questa giornata si sono inaspettatamente triplicati. Però ora sono pronto per dare il via alla sessione commenti dei primi 7 capitoli di Regina Rossa.



REGINA ROSSA - CAPITOLI 1-7

Mare odia essere circondata dalla gente, sopratutto il Primo Venerdì dove tutti gli abitanti della regione si riuniscono per assistere agli scontri nell'Arena. A questi scontri possono partecipare solo gli Argentei, la più importante popolazione di questo mondo, che grazie al loro sangue di color argento possiedono degli strabilianti poteri. La ragazza assistete alle battaglie nell'Arena con schifo possiamo dire, perché a differenza degli altri lei vede un mondo che è pronto a sacrificare tutti i Rossi per vincere una guerra.
La sua famiglia vorrebbe per lei un futuro migliore, vorrebbe che Mare smettesse di rubare e che si trovi un vero lavoro come sua sorella.
Ma Mare ha altro a cui pensare: il suo amico sta per partire per il fronte e fra poco toccherà anche lei, e c'è solo un modo per impedire che questo accada. Scappare, ma per farlo devono pagare una grossa somma di denaro che ovviamente non possiedono. Quindi Mare decide di accompagnare la sorella Gisa nei pressi della Casa del Sole, dove potrebbe riuscire a raccogliere i soldi necessari alla sua fuga, ma i suoi piani vanno in fumo con un attacco da parte della Guardia Scarlatta alla capitale, che viene mandato in onda da un notiziario. 
Ed essendo la Guardia Scarlatta la "protettrice" del diritto di uguaglianza dei Rossi, tutti gli Argentei del mercato dove si trovano le due sorelle si rivoltano contro chi ha il sangue di colore rosso ed è privo di poteri.
Alla fine riescono a scappare, ma Mare viene chiamata a servire alla Casa del Sole dove, durante un concorso per diventare la futura regina, scopre di avere degli incredibili poteri nonostante il suo sangue sia rosso.
Questo romanzo mi sta appassionando moltissimo, non riesco a smettere di leggerlo e c'è voluta tutta la mia forza per non continuare dopo il capitolo 7 (anche se qualcosina dell'8 l'ho letta XD). Victoria Aveyard ha un grande talento e grande inventiva, mi è piaciuto molto il mondo che ha costruito, essendo un fantasy chiunque si aspetterebbe castelli, fortezze e immense creature mitologiche, ma in questa storia la tecnologia è avanzata quasi quanto quella attuale.
Un bel punto a favore per la scrittrice.
ED ORA TOCCA VOI AMICI! 
COMMENTATE CON I VOSTRI PARERI, SONO CURIOSISSIMO.

6 commenti:

francy86 ha detto...

Anche io mi sono imposta di non continuare a leggere ma ci siamo fermati proprio quando il racconto inizia a prendere il volo...sono curiosa di capire perché ha quel potere... Spero si approfondiscano anche i caratteri dei fratelli maschi...mi immagino una guerra non indifferente...

Giuliana Popolizio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giuliana Popolizio ha detto...

Buona sera a tutti anzitutto. Sono contenta di essermi immersa, insieme a voi, in questa piacevolissima lettura di gruppo. Sono d'accordo con te, Antonio. Il mondo creato da questa autrice è nuovo, originale e sicuramente avvincente. Io, da lettrice donna e sognatrice, sono già in un rapporto di odio/amore con Cal, figlio del re Tiberias. La nostra cara protagonista mi diverte e spesso mi irrita perché dovrebbe tenere a freno la lingua a volte :) anche io ho barato, sono al 10' capitolo perché era davvero impossibile fermarsi al 7 dopo il casino al "Torneo delle regine". Inoltre sono arci sicura che l'Evangeline che è rimasta quasi uccisa da Mare, tornerà presto a mettere lo zampino in qualche situazione, magari tra Cal e la stessa Mare. Vedremo! Intanto io vado a bruciarmi un altro po' di capitoli!!!!

Perla Arcobaleno ha detto...

Grandioso! Mi piacciono questi primi intrecci nella trama, la scrittrice è in grado di mettere a fuoco i tratti della vicenda in modo davvero ingegnoso! Il torneo delle regine è geniale, la parte in cui i nuovi poteri di Mare saltano allo scoperto è magnifica e, in quegli istanti, ho sentito anche io il terrore della protagonista. Questo libro non ha niente a che vedete con the hunger games secondo me, l'idea dei poteri che dipendono dal colore del sangue e il fatto che Mare rappresenti l'eccezione è solo un'altra gemma sulla corona rossa di questo magnifico libro.

Antonio GoodReader ha detto...

Giustissimo, paragonarlo ad Hunger Games è sbagliato perché la storia è completamente diversa e devo dire molto originale.

Antonio GoodReader ha detto...

Bravissima Giuliana! Continua a leggere!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...