01 febbraio 2015

Recensione: Città di Vetro di Cassandra Clare

Bentornati,
finalmente sono riuscito a recensirlo, un libro magnifico, intenso e travolgente che ha saputo commuovermi.
Cassandra Clare conferma di essere una scrittrice con i contro-fiocchi. 

Titolo: Città di Vetro
Autrice: Cassandra Clare
Trama: Clary era convinta di essere una ragazza come mille altre, e invece non solo è una Shadowhunter, una Cacciatrice di demoni, ma ha l'eccezionale potere di creare rune magiche. Per salvare la vita di sua madre, ridotta in fin di vita dalla magia nera di suo padre Valentine, Clary si trova costretta ad attraversare il portale magico che la porterà nella Città di Vetro, luogo d'origine ancestrale degli Shadowhunters, in cui entrare senza permesso è proibito. Come se non bastasse, scopre che Jace, suo fratello, non la vuole laggiù, e Simon, il suo migliore amico, è stato arrestato dal Conclave, che non si fida di un vampiro capace di sopportare la luce del sole. Con Valentine che chiama a raccolta tutti i suoi poteri per distruggerli, l'unica possibilità degli Shadowhunters è stringere un patto con i nemici di sempre: i Figli della Notte, i Nascosti e il Popolo Fatato. E mentre Jace si rende conto poco a poco di quanto sia disposto a rischiare per Clary, lei deve imparare a controllare al più presto i suoi nuovi poteri. L'amore è un peccato mortale... forse, e i segreti del passato rischiano di essere fatali.

La mia recensione
Il finale della prima parte della saga The Mortal Instruments di Cassandra Clare mi ha sconvolto: le cose che credevo di conoscere sono state completamente travolte e cambiate. Jace e Clary non sono parenti (evvai *-*)
Clary scopre che l'unica possibilità di rompere l'incantesimo che tiene sua madre in coma è quella di recarsi a Idris. Nella città risiede il potente stregone Ragnor Fell, che sembra essere in grado di risolvere il suo problema. Jace tenta di convincere in tutti i modi la sorella a non andare ad Alicante, ritenendola poco sicura per lei, ma la ragazza sembra decisa a non cedere e infatti riuscirà a raggiungerla, creando un Portale, grazie alla sua stranissima e speciale dote: quella di inventare nuove rune. Il Portale la porterà a cadere nel lago Lyn, provocandogli terribili allucinazioni. Clary riuscirà a riprendersi anche grazie alle cure di Amatis, sorella di Luke, segnata dal profondo dolore causatole dall'abbandono di suo marito Stephen (figlio dell'Inquisitrice), diventato in passato un seguace di Valentine, il quale lo ha costretto a lasciare Amatis per sposare una giovane ragazza, Celine.



Clary conosce Sebastian, un ragazzo molto ambiguo che sembra subito mostrare una strana attrazione per lei. Clary e Jace si recano alla tenuta dei Wayland per cercare un libro sotto richiesta di Magnus Bane, in cambio dell'antidoto capace di salvare Jocelyn. I due ragazzi scoprono i diari degli esperimenti di Valentine e ritrovano in cantina un angelo devastato dalle mutilazioni, che prima di morire, rivelerà loro che Clary possiede sangue di angelo e Jace sangue di demone che inevitabilmente lo porterà a perdere completamente la sua umanità. Dei demoni attaccano Idris e solo dopo la fine dell'attacco gli Shadowhunters vengono a scoprire che il mandante era proprio Sebastian che aveva ucciso anche il piccolo Max, fratello di Isabelle e Alec e fratellastro di Jace.




Mentre Jace va alla ricerca di Valentine e Sebastian, Jocelyn viene risvegliata e racconta a Clary il motivo del suo allontanamento da Valentine: durante la sua prima gravidanza le dava da bere sangue di demone. Valentine si rese conto della disumanità del suo primogenito e procuratosi del sangue di angelo lo diede da bere alla seconda moglie di Stephen, Celine, incinta di qualche mese. Prima che Jocelyn lo tradisse, Valentine aveva deciso di somministrare anche a lei il sangue di angelo, per risvegliarla da una profonda depressione, ignorando che lei fosse incinta del secondo figlio: Clary. Il bambino col sangue di angelo nelle vene si rivelerà essere Jace mentre in realtà il vero fratello di Clary è Sebastian, il vero Jonathan, totalmente incapace di amare. Quando Clary scopre che il suo amato Jace non è suo fratello, vorrebbe dirglielo ma si ricorda che lui era già andato ad uccidere Sebastian e Valentine. Prima di partire per andare a cercarlo, Clary rivela a tutta la comunità di Shadowhunters le sue capacità e dà loro un'arma invincibile: infatti riesce a creare una runa per unire uno Shadowhunter con un Nascosto e congiungere i loro poteri. Dopo una lotta furiosa e grazie all'aiuto di Isabelle (assetata di vendetta per la morte del fratellino Max), Jace uccide Sebastian e poi si reca al lago Lyn, dove Valentine sta cominciando il rituale per chiamare un angelo e ordinargli di eliminare tutti gli Shadowhunters non fedeli a lui. Una volta arrivato, Jace vede Clary in trappola e prova a salvarla ma Valentine lo uccide. Clary, sconvolta e impossibilitata a muoversi, con grande fatica riesce a modificare il cerchio necessario a compiere il rito: dove c'era una runa che indicava suo padre come padrone del cerchio, ora era lei la padrona. L'angelo appare in tutto il suo splendore e rimprovera aspramente Valentine per il suo operato e la sua condotta. Quando l'uomo gli ricorda che era obbligato a fare un'azione richiesta dal padrone del cerchio, l'angelo risponde che solo Clary può farlo e lo uccide. Ora tocca a Clary, liberata dalle rune che la immobilizzavano, esprimere un desiderio; capisce di non poter ottenere niente di eccelso come la pace o la scomparsa dei demoni e si limita a chiedere indietro la vita di Jace. Pochi giorni dopo, tutto sembra tornato alla "normalità". Alec e Magnus sono finalmente usciti allo scoperto; Maia e Isabelle si contendono le attenzioni di Simon; Luke trova il coraggio di dire a Jocelyn che l'ama e scopre con sorpresa di essere ricambiato. 



Durante i festeggiamenti per la vittoria contro Valentine, Clary, preoccupata che Jace non la voglia più, lo va a trovare in un giardinetto isolato dietro la sala del consiglio a Idris, lo trova suduto sopra dei gradini e sconfortato. Aveva amato Valentine come padre ed ora lo aveva perso, mentre Stephen Herondale, suo vero padre, era per lui come un fantasma. Clary gli ricorda che la sua famiglia sono i Lightwood poi gli chiede se vuole restare da solo. Poiché lui risponde di sì, Clary fa per alzarsi; allora subito lui si riprende e si scusa dicendole che il sì era riferito alla storia sulla sua famiglia e non a lei. Senza più restrizioni ora i due possono stare insieme, felici.
Finalmente Clary e Jace hanno il loro lieto fine, diciamo perché qualcosa di molto più terribile sta per arrivare a New York, ma per il momento riescono a vivere come fidanzati super-innamorati.
Mi è piaciuto moltissimo l'epilogo, quando bruciano il corpo di Valentine, e sopratutto Jocelyn che nonostante tutto quello che Valentine le aveva fatto, piange.
Davvero mi ha commosso.

Consiglio: consigliato a tutti. Assolutamente da leggere
Voto: 
Giudizio: 
Commovente ed intenso, 
questa saga mi ha conquistato.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...