16 gennaio 2015

Recensione: Shadowhunters. Le origini - L'angelo di Cassandra Clare

Le origini - L'angelo di Cassandra Clare,
è il primo episodio di una serie strappalacrime che non mi ha fatto chiudere occhio...
 

Titolo: Le origini - L'Angelo
Autore: Cassandra Clare
Trama:
Tessa Gray, orfana sedicenne, lascia New York dopo la morte della zia con cui viveva e raggiunge il fratello ventenne Nate, a Londra. Unico ricordo della vita precedente, una catenina con un piccolo angelo dotato di meccanismo a molla, appartenuto alla madre.
 Quando il fratello maggiore scompare all'improvviso, le ricerche portano la ragazza nel pericoloso mondo sovrannaturale della Londra vittoriana. Sarà rapita, ingannata, sfruttata per la sua straordinaria capacità di trasformarsi e assumere l'aspetto di altre persone. La salveranno due Shadowhunters, Will e Jem, destinati a combattere i demoni, nonché a mantenere l'equilibrio tra i Nascosti e fra questi e gli umani.
 Tessa sarà costretta a fidarsi. Si unirà a loro nella lotta contro i demoni per poter imparare a controllare i propri poteri e riuscire finalmente a trovare Nate. Ma tutto ciò la porterà al cuore di un arcano complotto che minaccia di distruggere gli Shadowhunters, e le farà scoprire che l'amore può essere la magia più pericolosa di tutte.
 
 
La mia recensione
 
Questa trilogia mi ha fatto impazzire: è stupenda in tutto, ma certe scelte dell'autrice a volte mi hanno fatto star sveglio notti per cercare di capire il perché...
Le risposte sono arrivate tutte, alla fine del libro, è lì che Cassandra Clare mi ha fatto capire che questa serie avrebbe superato di gran lunga The Mortal Instrument (qui in Italia la saga di Shadowhunters).
A partire dalla protagonista che è nettamente più  mature di Clary, anche se forse ciò è dovuto al periodo in cui viene ambientata la storia. Tessa è orfana e lascia New York dopo la morte della zia con cui viveva e raggiunge il fratello Nate a Londra. Possiede una catenina con un piccolo angelo dotato di meccanismo che un tempo apparteneva alla madre.
(Giuro io amo quella collana *.*)
Però c'è un problema, il fratello della ragazza e scomparso e le ricerche porteranno Tessa nel misterioso mondo del soprannaturale dove i discendenti dell'Angelo combattono demoni e controllano i Nascosti.
Purtroppo verrà trovata dalle ultime persone che avrebbero dovuto trovarla... due sorelle dall'aspetto tenebroso la condurranno in una casa dove sarà sfruttata fino all'ultimo per la sua straordinaria capacità di trasformarsi e assumere l'aspetto di altre persone. La salverà uno Shadowhunter, ovvero
un Cacciatore di Demoni, Will Herondale.
 
Davanti a lei c'era un ragazzo. Non poteva essere molto più grande di lei... diaciassette o forse diciotto anni. Indossava abiti da lavoro: una logora giacca nera, calzoni e scarponi dall'aria robusta. Era senza panciotto, e spesse cinghie di cuoio gli si incrociavano sulla vita e sul petto. Attaccate alle cinghie c'erano armi: pugnali, coltelli a serramanico e oggetti che sembravano lame di ghiaccio. Nella mano destra teneva una sorta di pietra scintillante che risplendeva, riempiendo la stanza della luce che aveva quasi abbagliato Tessa. L'altra mano - sottile e dalle dita lunghe - sanguinava nel punto in cui era stata colpita con la brocca. Ma ciò che fece rimanere Tessa a bocca aperta era che il ragazzo aveva il viso più bello che lei avesse mai visto. Capelli neri arruffati e occhi come vetro azzurro. Zigomi eleganti, una bocca piena e lunghe ciglia folte. Perfino la curva del collo era perfetta. Aveva l'aspetto di tutti gli eroi romanzeschi che Tessa avesse mai immaginato. Ma non ne aveva mai immaginato uno che le imprecasse contro scuotendo la mano insanguinata con gesto accusatorio.
Il ragazzo sembrò rendersi conto che lo stava fissando, perché le imprecazioni cessarono. - Mi avete tagliato - disse. Aveva una voce gradevole. Si guardava la mano con interesse critico. - Avrebbe potuto essere mortale.

Tessa lo guardò a occhi spalancati. - Siete il Magister?
Lui inclinò la mano di lato. Il sangue colò, gocciolando sul pavimento. - Accidenti, una notevole perdita di sangue. La morte potrebbe essere imminente.
- Siete il Magister?
- Magister? - Il ragazzo sembrò lievemente sorpreso da quella veemenza. - Significa "maestro" in latino, non è vero?
- Io... - Tessa si sentiva sempre più intrappolata in uno strano sogno. - Mi pare di sì.
- Sono maestro in molte cose. Nel girare per le vie di Londra, nel ballare la quadriglia, nell'arte giapponese di disporre i fiori, nell'imbrogliare giocando ai mimi, nel nascondere l'ubriachezza, nel deliziare le giovani donne con il mio fascino...
Tessa lo fissava sconcertata.
- Ahimè, in realtà nessuno si è mai riferito a me con il termine "maestro" o "magister" - continuò il ragazzo. - Purtroppo...
- Siete per caso ubriaco fradicio?
Da Le origini - L'angelo
 
 

 
Tessa, ovviamente si fiderà degli sconosciuti e verrà condotta nell'Istituto di Londra, qui la ragazza conoscerà Jem Carstairs, con il quale instaurerà una bella amicizia, e Jessamine Lovelace, e offirà le informazioni in suo possesso riguardo alle Sorelle Oscure in cambio di aiuto nel trovare il fratello Nate. Axel Mortmain, datore di lavoro di Nate a conoscenza dell'esistenza degli Shadowhunter e dei Nascosti, confesserà che il ragazzo si è licenziato per lavorare per de Quincey, capo di un potente clan di vampiri e alto membro del Pandemonium Club, un'organizzazione di mondani interessati alle arti magiche, e che lo stesso de Quincey è il Magister. Durante una festa a casa del vampiro, alla quale Tessa si presenterà sotto mentite spoglie insieme a Will, i Cacciatori scopriranno che de Quincey stava costruendo degli automi ai quali legare l'energia demoniaca, ottenendo così un esercito: nel massacro che segue, il vampiro riesce a scappare, ma Tessa ritrova Nate e lo porta all'Istituto per curarlo. La stessa sera, Tessa e Will, in soffitta, si baciano, ma subito dopo lui la respinge malamente. Alcuni giorni dopo, ripresosi dalla brutta esperienza, Nate informerà i Cacciatori che le Sorelle Oscure hanno trovato l'incantesimo per legare i demoni agli automi e che il rito verrà compiuto quella sera, con la luna piena. L'informazione si rivelerà essere un diversivo quando, approfittando dell'assenza di tutti i Cacciatori, Axel Mortmain si presenterà all'Istituto per rapire Tessa, svelando di essere lui il Magister. Tessa rimarrà sconvolta dal tradimento del fratello, che ha anche ucciso la zia Harriet, ma riesce a sfuggire a Mortmain fingendo il suicidio. Il Magister, tuttavia, ruba la Pyxis, una scatola che racchiude le energie demoniache.
A Tessa verrà concesso di rimanere all'Istituto, ma, quando lo comunicherà a Will, il ragazzo si mostrerà indifferente alla notizia e la tratterà male.

La ragazza così scoprirà il dolce e caldo piacere dell'amore, ma anche l'amaro retrogusto che ti lascia una volta che ti viene strappato dal cuore.
 
 
Non c'è niente di peggio per un lettore che vedere i proprio feels cadere in pezzi come castelli di carta, insomma lei e Will erano così perfetti... e andiamo Cassie!
La mia prima reazione fu quella di gettare il libro e di dimenticarmi per sempre di Will e Tessa, ci sono riuscito? No! Perché appena entrato in libreria ho acquistato sia il principe che la principessa e se con l'angelo ero proprio a terra emotivamente, questi due volumi mi hanno distrutto... non fraintendetemi, i libri mi sono piaciuti eh, solo che mi sono visto crollare un mondo davanti a me. I miei due adorati Will e Tessa.
Datemi un momento per asciugare le lacrime.
Bene parliamo dello stile di Cassandra Clare:
è forse il più bello degli ultimi anni e a parer mio ha nettamente superato la saga di Twilight (che adoro *.*)
Non so c'è qualcosa che non ti lascia smettere di leggere neanche per un secondo.
Posso solo dirvi che se leggerete uno dei suoi libri sarà difficile non continuare nella lettura degli altri volumi.
Quindi ricapitolando:
se siete in cerca di una lettura diversa, spiritosa e strappalacrime questa trilogia è perfetta per voi.
 
Voto:
Giudizio:
avvolgente come solo un buon libro sa essere


 
 
 

 
 

2 commenti:

Eika Stefy ha detto...

Ciao :) amo questa autrice, mi ha fatto sognare con l'altra saga..quest'altra invece non l'ho ancora iniziata!!

Chiara De Martin ha detto...

Ciao! Anche io adoro la Clare, ma complessivamente ho trovato questa trilogia-prequel,e in particolare questo primo volume, un po' al di sotto dello standard della prima serie... Un po' troppo "automi" e un po' troppo pochi angeli...e poi Will Herondale è la fotocopia di Jace. Però anche io l'ho letta tutto d'un fiato!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...