29 dicembre 2013

Best of 2013: i migliori libri dell'anno secondo Goodreader





Salve Goodreaders, l'anno sta finendo e questo, come voi sapete, significa una sola cosa: Le liste dei libri più belli recensiti dei blog. Ammettiamolo, queste sono le cose che fanno impazzire dei veri divoratori di libri.
E quest'anno, per la prima volta, anche il mio blog può prendere parte alla cosa. Non è stato facile decidere quali titoli inserire nella classifica, perchè come voi saprete in questi mesi non ho trovato letture insoddisfacenti, ma forse ciò è dovuto alla mia recente presenza in ambito di recensioni. 
Bene, godetevi questa classifica.







 Cliccando sulle cover verrete "trasportati" alle recensioni 

 ...al primo posto...
Shadowhunters. Città di Ossa di Cassandra Clare
di questo romanzo mi è piaciuta specialmente l'ambientazione, New York infatti viene completamente avvolta dal gotico e dal mistero. Un romanzo che mette i brividi ma che vi strapperà anche qualche sorrriso. 

...al secondo posto...
Obsidian, di Jennifer L. Armentrout:
il tema affrontato dall'autrice per questo romanzo ha lasciato migliaia di lettori col fiato sospeso: non è da tutti scegliere come personaggi un "simpatico" gruppo di alieni che pure avendo un aspetto umano rimango alieni.

...al terzo posoto...
Take me into your Hell, di Diletta Brizzi e Yvan Argeadi:
questo romanzo mi è piaciuto moltissimo: ho amato il tema, le descrizioni, i personaggi e i dialoghi. E' perfetto e consiglio vivamenente a chi non l'ha ancora letto di farlo assolutamente. Poi ora sta per uscire il cartaceo ;)



Cliccando sulle cover verrete "trasportati" alle recensioni

...al quarto posto...
I regni di Nashira, di Licia Troisi:
allora io ho iniziato a leggere con Licia Troisi, il mio primo romanzo è stato suo, ed è veramente impossibile non adorare il suo stile che è in continuo mutamento. Il terzo volume dei regni di Nashira merita molto per come è strutturato e le lacrime cadranno peggio di un fiume in piena.

...al quinto posto...
Shadows, di Jennifer L. Armentrout:
il romanticismo in questo romanzo è qualcosa di incredibilmente meraviglioso e poetico. Non ho altro da dire...

...al sesto posto...
Inferno, di Francesco Gungui:
un distopico da urlo, questo è uno di quei romanzi che la notte vi tiene alzati per vedere come va a finire... Super consigliatissimo!


***
Ora vado a dormire: domani giornata impegnativa.
I compiti! 
Comunque  vi auguro un felice 
e meraviglioso anno nuovo!
 

25 dicembre 2013

Giveaway di Natale. The Dark Side. Buon Natale!

Come non potevo farvi un regale LIBRESCO per questo primo Natale con GoodReader ;)
Tra migliaia di opzioni ho scelto quella che secondo me è la migliore.

CURIOSI? BENE ECCO A VOI IL PREMIO IN PALIO. VI RICORDO CHE SE NON AVETE IL PRIMO LIBRO DI QUESTA SERIE POTETE COMUNQUE APPROFITRARNE!

Titolo: Promessi Vampiri. The dark side
Autrice: Beth Fantaskey
Edito da Giunti Y
Pagine: 683
Trama: 
Dopo un matrimonio da favola, Jessica ora si aggira in uno spettrale castello immerso nelle nebbie dei Carpazi e sta cercando di adattarsi al difficile ruolo di principessa. Per amore di Lucius ha cambiato paese, abitudini alimentari da vegana convinta ora si nutre di sangue e anche il suo nome: adesso è Anastasia Dragomir Vladescu, futura regina dei vampiri.Ma i malefici parenti stanno tramando un complotto per impedire l’ascesa al trono della giovane coppia. Lucius viene ingiustamente recluso nelle segrete del castello e Jessica Antanasia deve affrontare con coraggio gli oscuri nemici per difendere il suo amore e il suo regno.Jessica però non è sola, può contare sull’aiuto di due validi e quanto mai improbabili paladini: la sua migliore amica Mindy, armata di asciugacapelli, e l’affascinante Raniero, l’unico vampiro abbronzato della storia della narrativa.

Cosa dovete fare?
Due semplici cosine:
1. Seguire il Blog
2. Commentare il post.
Il contest scade il 3 gennaio (il mio compleanno)
Buona Fortuna e...
Buon Natale!

15 dicembre 2013

Tappe per il Gruppo di Lettura del primo romanzo della Trilogia del Peccato!

Salve Ladies,
Allora ecco il post guida per questi due mesi di Gruppo di Lettura.
La lettura inizierà subito dopo le Vacanze natalizie, ed approfitto per farvi gli auguri!
Dal 6 gennaio al 7 febbraio il gruppo si troverà impeganto nella lettura del primo romanzo di questa saga.
L'origine del peccato
Angeline, 17 anni e capelli di uno strano colore tendente all’arancio, è sopravvissuta al terribile incendio in cui i genitori hanno perso la vita, e che l’ha privata della memoria del suo passato. Dopo essere stata per mesi in ospedale, al suo risveglio troverà Adam ad attenderla, il fratello maggiore. Insieme si trasferiranno nelle Highlands, per cercare di ricominciare una nuova vita riprendendo gli studi e creando delle nuove amicizie. Ben presto, però, il suo passato tornerà a tormentarla, insinuando nella sua mente dubbi, paure e sensi di colpa. A minacciare ulteriormente la tranquillità di Angeline sarà l’arrivo di Mael, l’affascinante leader di un gruppo di circensi, che attraverso delle visioni indotte le svelerà dei segreti inimmaginabili sul suo passato, costringendo Angeline a riconsiderare la propria esistenza.
Un Giardino paradisiaco abitato da esseri immortali, un albero magnifico tenuto in vita da una linfa misteriosa, e un frutto... che scatenerà il caos!




Le tappe 
Il romanzo è divisop in 22 capitoli (compreso epilogo) e perciò le tappe saranno 7 da 3 ciascuna, eccetto l'ultima che sarà da quattro. 
Vi assegno i compiti

GENNAIO
  • dal 6 al 9 primi 3 capitoli del libro
  • dal 10 al 15 fino al capitolo 6
  • dal 16 al 19 fino al capitolo 9
  • dal 20 al  23 fino al capitolo 12
  • dal 24 al 28 fino al capitolo 15
  • dal 29 al 31 fino al capitolo 18
FEBBRAIO
  • dal 1 al 7 fino alla fine del libro


Vi prego di scaricare il documento con le tappe che sto per pubblicare nel gruppo. 
Allora ci vediamo il 6!
Buona settimana e domani è Lunedì :(

12 dicembre 2013

Recensione "Rossa come la Passione" di Ella Gai

Ella Gai ci propone una lettura innovativa che vede l'imperfezione come protagonista!

Titolo: Rossa come la Passione (I colori dell'anima)
Autrice: Ella Gai
Trama:
Gaia Hearts è una bella ragazza di venticinque anni, dal carattere solare e allegro. Si è appena laureata in marketing e progettazione e non avrebbe mai immaginato, che il primo giorno di lavoro, in una delle aziende cosmetiche più importanti d'Europa avrebbe ricevuto una “proposta particolare “ dal suo capo, Stephan Barney, l'uomo che può tutto, l' uomo, dai mille misteri.
Riuscirà Gaia, a rinunciare a tanti anni di studi e alla sua integrità morale per accettare la proposta ? Oppure, gli risponderà con un due di picche ?
Sarà davvero, una proposta casta quella di Stephan? Oppure, brama qualcosa di molto più forte?
Perché lei, dopotutto è il colore dei suoi desideri. 

Voto:
 


La mia recensione

Una cosa che mi ha attratto subito di questo romanzo è la protagonista.
Gaia ha i suoi bei chili in più , non è la classica ragazza magrissima, una scelta alla quale bisogna far merito all'autrice.
«Ebbene, per me il posto è tuo, ma ! “Ecco, lo sapevo c'è un ma.” «Avrai un contratto a progetto di circa tre mesi e una busta paga di poco più di ottocento dollari al mese, non è molto lo so, ma ci siamo passati tutti.» Mi schiarisco la voce «Per me e già tanto, cioè laurearmi e trovare lavoro.»


Il romanzo se pur breve ti avvolge lentamente nella sua storia, che termina bruscamente e lasciandoci con un peso.
Ella Gai ha saputo mischiare il romanticismo con un po' di ironia ed originalità.

Cinque minuti dopo sono già in strada con un pantalone macchiato, le scarpe di colore arancione, un cappotto rosso natale. I capelli sono un disastro li ho raccolti questa mattina prima di andare a letto in una lunga coda di cavallo e sono anche senza un filo di trucco. Praticamente sono un mostro. E per di più ho una fame da lupo, ma non ho il tempo di fermarmi a mangiare nulla. Sto ancora pensando a come Mary, la mia coinquilina abbia potuto macchiare il mio pantalone, quando senza neanche accorgermene,
sono arrivata all'ingresso principale della Barny's Cosmetics.
E' la seconda volta, che varco l'ingresso principale di questo grande edificio ed è sempre
un'emozione fortissima. Samanta, la centralinista all'ingresso del quindicesimo piano, mi ha appena riconosciuta “Meno male.” Almeno, eviterò di tirar fuori documenti e spiegare che da oggi lavoro qui.

Il romanzo è breve ma potete tirare un sospiro si sollievo: Il continuo è una meraviglia.

Verdetto: Breve ma efficace.



06 dicembre 2013

Recensione "Take me into your Hell" di Diletta Brizzi e Yvan Argeadi. Lasciatevi trascinare dalle fiamme dell'Inferno

 "Take me into your Hell" nasce dalla voglia di scrivere un romanzo fantasy diverso in un periodo in cui questo mercato era dominato dai "vampiri" e allo stesso tempo trattare argomenti che affondano le radici in culture e credenze del nostro passato.
Volevamo creare una storia che trascendesse gli stereotipati concetti di Bene e Male, una trama in cui non erano presenti personaggi "buoni" e "cattivi" ma solamente personaggi che portavano avanti le loro motivazioni in positivo o negativo che fosse.
Questo fa sì che in "Take me into your Hell" i personaggi possano essere considerati cattivi per certi comportamenti, e buoni per quanto riguarda i propositi.
Insomma, una storia dominata da anti-eroi.
Gli scrittori.


Titolo: Take me into your Hell
Autori: Diletta Brizzi e Yvan Argeadi
Pagine: 367
Trama:
Eoni dopo la sconfitta del perfido Crono, i suoi tre figli maschi, Zeus, Poseidone e Ade si spartirono i tre regni del creato, divenendo rappresentanti di ognuno di essi. Così, a Zeus toccò in sorte il Cielo, a Poseidone i sette mari, mentre a Ade, ingannato dai suoi fratelli, spettò il tenebroso Erebo dei defunti.
Per mantenere l'equilibrio del creato Zeus legittimò che i tre regni non sarebbero mai dovuti venire a contatto gli uni con gli altri, per nessuna ragione. Ma forse il sovrano dell'Olimpo non aveva messo in conto tra quelle ragioni la più nobile, e al contempo pericolosa, capace da sola di far vacillare le basi stesse su cui l'equilibrio si fondava: l'amore.
E quando il Signore dell'Oltretomba si innamorerà della figlia prediletta del Dio del Cielo decidendo, contro volere di quest'ultimo, di prenderla in sposa, l'equilibrio del cosmo sarà messo a dura prova da quella che in seguito sarebbe diventata la storia d'amore più famosa e tormentata di tutti i tempi. Questo era il preludio della storia d'amore di Ade e Persefone; una realtà camuffata da mito, sopravvissuta nel tempo ai mutamenti del mondo, così come a quelli dei Divini che tra intrighi e subdoli giochi di potere giocavano con il destino dell'umanità, coinvolgendo e stravolgendo a più riprese la tormentata coppia, fino allo straordinario e inaspettato colpo di scena finale.
Questo è il mito di Persefone, la favola di un cuore innamorato disposto a rinunciare alla Luce per amore: questo è Take me into your Hell.
 


Voto:





La mia recensione

Questo romanzo rappresenta tutto quello che si desidera leggere... Amore, miti e moltissimi altri aspetti.
I due scrittori sono una giovane coppia che da come si legge in queste pagine sanno benissimo sfruttare il romanticismo. 
Ogni cosa è descritta nel miglior modo possibile, una tecnica e uno stile che vi strapperanno dalla vostra vita terrena.
Sarà che adoro la mitologia greca, sarà che adoro il mito di Persefone... ma questo romanzo mi è piaciuto un sacco.

La grinta di Persefone colpì molto Ade il quale, nonostante le ferite che gli procurava, che prontamente si rimarginavano, si abbandonò a una risata sadica e divertita.
«Bene, amo le donne con la tua aggressività, ti servirà all'Inferno» disse utilizzando nuovamente la forza del pensiero per levitare a mezz'aria insieme alla Dea, facendola ritrovare con le spalle al muro.


Venere e Marte aiuteranno i due a perseguire il loro amore ed è anche stupendo l'utilizzo della morte di Adone per il loro incontro.
Un romanzo indimenticabile, da non lasciarsi scappare assolutamente.
Il personaggio di Persefone è ben caratterizzato dalla volontà di sapere come sia il mondo oltre l'Olimpo, ed è bellissimo anche il paragone con la sorella, che mette in luce vari aspetto del carattere e dell'aspetto fisico della protagonista.


«Persefone!» esclamò il Dio impedendole la caduta con un braccio.
«Tu sei da sempre vissuta sull'Olimpo, alimentata dall'amore degli umani. Qui funziona diversamente» le spiegò notando il suo sguardo disorientato per via del mancamento di e
nergie.
«Ti darò un po’ della mia forza e più tardi ti insegnerò come sostentarti in questo luogo» Così dicendo, avvicinò le labbra calde come braci ardenti alle sue, rubandole un secondo bacio e soffiando in lei il suo alito di fuoco.
Durante quel bacio, Ade le trasmise tutti i suoi ricordi.
 

 Un romanzo stupendo ricco di fascino e di souspense, non potrò mai finire di dire che questo è sicuramente il romanzo di genere più bello che io abbia letto FINO AD OGGI!!!


«Direi che lei è in un brutto pasticcio, infermiera: ha appena visitato un maniaco incallito, dovrebbe prestare più attenzione ai suoi pazienti» Le sussurrò con un sorriso malizioso avvicinando le labbra a quelle di Persefone per poi spostarle e avvicinarle al suo orecchio, lasciando la presa con le mani «E ora scappa!» disse solamente, con un filo di eccitazione spasmodica nella voce che faceva chiaramente capire quali fossero le sue intenzioni.

Il romanzo si divide in due sezioni temporali fra passato e presente, due storie che s'incastrano l'una all'altra, cosa che molti altri scrittori hanno tentato di utilizzare.
Ma tra mito e presente è meglio non intromettersi se non si hanno le dovute conoscenze, in questo caso però il mito non è stato per niente rovinato e trattiene la sua bellezza che mi aveva affascinato.

QUINDI UN BEL GRAZIE AGLI SCRITTORI CHE CI HANNO REGALATO UNA PERLA.



Verdetto: L'amore che lega i due scrittori ha voluto la sua fetta di torta trasferendosi sulla carta sotto forma d'inchisotro.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...