30 novembre 2013

Anteprima "I protettori dell’Oracolo" di Patrisha Mar



Anteprima
I protettori dell’Oracolo 
di Patrisha Mar
____________

Patrisha è una moglie e una mamma prima di tutto, ma non può fare a meno di scrivere e di dare voce ai personaggi che ogni tanto vengono a trovarla.
Ha sempre amato il fantasy, in particolar modo il paranormal romance e l’urban fantasy, anche se una sua grande passione è la letteratura del settecento/ottocento inglese, Jane Austen e Charlotte Brontë su tutti.
Adora guardare in tv gli adattamenti della BBC dei grandi classici e i suoi serial americani preferiti, tra cui White Collar, Smallville e Beauty and The Beast, mentre rigorosamente al cinema i film di fantascienza e di supereroi. Ha un debole per i manga/anime shojo e una passione smodata per la cioccolata fondente, la pizza e Superman.
Insieme alla sua amica Angela C. Ryan ha pubblicato ben due romanzi con lo pseudonimo di Katherine Keller: Black Shadow e Crimson Shadow, entrambi appartenenti alla saga The Shadows Saga E contano di continuare con le pubblicazioni nei prossimi mesi.
I Protettori dell’Oracolo - Buio è il suo primo romanzo solista, seguito da
I Protettori dell’Oracolo - Luce.


Titolo: I protettori dell’Oracolo #2 (Luce)

Autrice: Patrisha Mar

Pagine: 260 ca.

Trama:

La guerra contro i Notturni si fa più sanguinosa. Qualcuno trama nell'ombra, un nemico misterioso e mortale che con il suo potere vuole distruggere i Protettori. I cacciatori non possono abbassare la guardia, possono solo combattere con tutte le loro forze l'oscuro pericolo. Ma per i fratelli Nicholls è anche giunto il momento di guardare in faccia la realtà, di prendere decisioni vitali per la loro sopravvivenza, decisioni che segneranno il loro cammino. Potrà l'amore per Joseph Fitzroy domare il cuore impavido di Bernadette e permetterle di lasciarsi andare con fiducia e passione ai propri sentimenti? E la forza interiore e la dolcezza di Cassandra Philps potranno fare breccia nel cuore di Benjamin e portare la luce nel buio della sua anima?

Sacrificio, potere, amore, passione, sofferenza, coraggio e lealtà sono gli ingredienti di questo secondo e conclusivo romanzo de "I Protettori dell'Oracolo". Scoprite insieme ai suoi personaggi l'avvincente epilogo di una duologia che vi rimarrà nel cuore.



****
Ho assolutamente intenzione
di leggere questa duologia.
Voi avete già conosciuto questa autrice, con la
The Shadows Saga?

29 novembre 2013

GdL "La Trilogia del Peccato" di Liliana Marchesi



La Trilogia del Peccato
gruppo di Lettura 
 _________________________


Salve GoodReader, e Diaboliche Ladies,
molti di voi avrenno sicuramente letto la trilogia del peccato di Liliana Marchesi, e chi non l'ha fatto può cogliere quest'occasione di lettura in compagnia.
Questo gruppo di lettura sarà ricco di esperienze emozionanti, piccoli contest di scrittura su un ipotetico sequel della saga, e se riesco ad estrocere qualcosina da Liliana (XD) pubblicherò tutto in modo che anche voi possiate poi leggerli e condividerli.
Ma come ogni gioco anche questo ha delle regole.
  1. Essere iscritti al blog;
  2. Commentare ogni post del Gruppo di Lettura (GDL)
  3. Condividere a più non posso.

Le tappe le comunicherò in un prossimo post... per ora ho bisogno di sapere chi vuole partecipare  a questo gruppo di Lettura. Pronte, partenza, via!
COMMENTATE FINO AL 7 DICEMBRE, poi in base al numero d'iscritti valuterò se procedere o no! Ma sono sicuro che in molti volete rivivere le emozioni della Trilogia dell'ANNO!

Per chi invece non ha ancora letto la trilogia ed è indeciso se partecipare o no... ecco un estratto e le trame dei romanzi.

Forse per via di uno strano spostamento d’aria, dovuto alla pressione esercitata dal treno che sfrecciava ad alta velocità attraverso il Tunnel della Manica, il vagone sobbalzò, scaraventandomi tra le forti braccia di Mael.
Lui mi strinse a sé, e non solo per evitare che cadessi sul pavimento vinilico.
Avevo desiderato quell’abbraccio così intensamente che ogni altro pensiero si dissolse non appena avvertii le sue mani sulla mia schiena, così fresche da farmi dimenticare il tessuto che le separava dal contatto diretto con la mia pelle. Trattenni il fiato per paura che muovendomi anche solo leggermente, Mael mi scostasse da sé. Ma poi percepii il suo profumo, e non potei far altro che inspirare a pieni polmoni. Ero stregata dalla sua essenza, ed ogni volta che mi ci imbattevo perdevo il controllo dei sensi, finendo con l’andare alla deriva, trasportata da un’onda di piacere sulla quale avrei desiderato navigare sino ai confini del mondo.
Le sue mani continuarono ad accarezzarmi dolcemente la schiena, mentre la pausa fra un battito e l’altro dei nostri cuori si faceva sempre meno percepibile. Animata dalla cupidigia sollevai la testa in cerca dei suoi occhi turchesi, in cerca delle sue morbide labbra.
Avevo bisogno di una conferma delle sue parole, una prova a dimostrazione del fatto che i suoi sentimenti nei miei confronti fossero rimasti immutati; una certezza che avrebbe messo a tacere parte delle mie ansie, ma prima che le nostre bocche si sfiorassero, la porta dello scompartimento fu bruscamente aperta da Adam, ed io scattai all’indietro.


Angeline, 17 anni e capelli di uno strano colore tendente all’arancio, è sopravvissuta al terribile incendio in cui i genitori hanno perso la vita, e che l’ha privata della memoria del suo passato. Dopo essere stata per mesi in ospedale, al suo risveglio troverà Adam ad attenderla, il fratello maggiore. Insieme si trasferiranno nelle Highlands, per cercare di ricominciare una nuova vita riprendendo gli studi e creando delle nuove amicizie. Ben presto, però, il suo passato tornerà a tormentarla, insinuando nella sua mente dubbi, paure e sensi di colpa. A minacciare ulteriormente la tranquillità di Angeline sarà l’arrivo di Mael, l’affascinante leader di un gruppo di circensi, che attraverso delle visioni indotte le svelerà dei segreti inimmaginabili sul suo passato, costringendo Angeline a riconsiderare la propria esistenza.
Un Giardino paradisiaco abitato da esseri immortali, un albero magnifico tenuto in vita da una linfa misteriosa, e un frutto... che scatenerà il caos!



Kathleen è cresciuta alla Casa degli Angeli, un orfanotrofio di Parigi, affrontando la solitudine
con l’aiuto di Giselle, sua inseparabile amica. Mancano solo tre giorni al suo diciottesimo compleanno, data in cui dovrà abbandonare per sempre l’istituto e cominciare a cavarsela da sola, ma il mondo soprannaturale al quale appartiene non può più aspettare. Rapita, o forse salvata da Seth, verrà condotta al cospetto di Lilith, potente Edena che farà di tutto per spingerla ad uccidere Evangeline... soprattutto omettere che si tratti di sua madre!

"Con la dolcezza di uno scultore che accarezza la propria opera d'arte dopo averla colpita e ferita, quasi a chiederle perdono, Seth continuò a sfiorare la mia pelle nuda con le proprie mani, facendomi vibrare dal desiderio."

 

28 novembre 2013

Teaser#1. L'amore On the Road

Vi voglio bene GoodReader...
Lo so come entrata è un po' scontata, ma come posso esprimere questo sentimento che ultimamente non mi lascia un attimo di tregua. Ogni momento della mia giornata di lettore penso a nuove entrate da presentarvi e recensire... e so che ultimamente vi sto trascurando,  ma le letture sono tante ed il tempo poco.
Cosa vogliamo fare?
Che ne dite di un bel Teaser...
Teaser Book è una rubrica straordinaria,  dove noi lettori ci scambiamo Teaser, ovvero Estratti,  del nostro libro in lettura; facendo però attenzione agli Spoiler!
Ecco le regoline:
  1. Prendete il libro in lettura;
  2. Apritelo in una pagina a caso;
  3. Prendetene un estratto, senza Spoiler
  4. Commentate il post con i vostri Teaser!
Ultimamente sento il bisogno di leggere romanzi rosa, non so il motivo ma me lo sento e so che quando mi sento di fare qualcosa la devo fare, altrimenti sono guai per me XD.



Tratto da Il confine dell'Eternità.


Ma ciò che è stato è stato, e continuare a crogiolarsi nel proprio dolore, rifiutandosi, per qualsiasi motivo, di fare ciò che ci rende felici è una grandissima cazzata. Sarebbe un suicidio. Un lento e doloroso suicidio. Se Camryn mi avesse risposto di no, l’avrei sollevata di peso tra calci e urla e l’avrei buttata sul sedile posteriore dell’auto. Perché questa è la nostra vita: ci siamo incontrati in viaggio, in viaggio abbiamo imparato a conoscerci e amarci, e in viaggio rimarremo per chissà quanto tempo. Perciò è questo che faremo, finché non sarà chiaro che è venuto il momento di 
cambiare di nuovo.
"Il confine dell'eternità"



**** 
Sto leggendo Il confine dell'eternità
e devo dire che rispetto al primo
non ha niente a che vedere...
Non è orribile ma non riesco a leggerlo.
Aspetto i Vostri Teaser!!!

23 novembre 2013

Anteprima "MSA TrilogY. Radioactive Storm" di Chiara Cilli

Esce oggi il secondo volume della MSA trilogy che vede l'affascinante Cris. Dalla penna di Chiara Cilli nata il 24 gennaio 1991, vive a Pescara, in Abruzzo. I generi di cui scrive spaziano dal fantasy all’urban, dal paranormal all’erotico. Per la sua saga fantasy d’esordio La Regina degli Infe­ri ha già pubblicato Il risveglio del Fuoco (Edizioni Tabula Fati, 2012) e il secondo libro, Prigionia Mortale (disponibile in eBook e in brossura, 2013). Tra le sue opere troviamo anche il racconto erotico in eBook Assaporare il Fuoco (Lite Editions, 2013) e La Promessa del Leone (disponibile in eBook e in brossura, 2013). Radioactive Storm è il secondo libro della MSA Trilogy di cui ha già pubblicato il primo libro, Sudden Storm (disponibile in eBook e in brossura, 2013). Il 14 novembre 2013 Sudden Storm è uscito anche in versione inglese. Tra amore e tradimento scopriamo cosa ci aspetta.
 
 
 
 
Titolo: Radioactive Storm
Serie: The MSA Trilogy #2
Autore: Chiara Cilli
Editore: Selfpublished
Data d’uscita: 23 Novembre 2013
Prezzo: 4.99 € (eBook); 12.90 € (brossura - Lulu.com)
Genere: Erotic suspense
 
Trama: Nella MSA, provocante agenzia di escort, una sola gemma incarna passione, successo e trasgressione. Cristina Cabrisi ha accettato di diventare il nuovo rubino di sangue, ottenendo così il potere che la predatrice sessuale in lei brama. Ma quando Stefano Diamanti le propone di passare una settimana con lui, Cris si trova di fronte a un bivio: consentire all’unico ragazzo in grado di vederle dentro di avvicinarsi, o tenerlo lontano per paura che lui riporti in vita la vera Cristina? Stefano pare conoscere a memoria il suo cuore, ma come resistere al richiamo oscuro e disarmante di Matt Staton? L’uomo dagli occhi di ghiaccio le ha marchiato l’anima e non ha nessuna intenzione di lasciarla andare, anche quando un pericolo maggiore rischia di frantumare il loro intenso e smodato amore.
Ora il gioco si è trasformato in una battaglia senza esclusione di colpi.
Matt e Cris non avranno limiti.
Il loro desiderio li getterà in un tornado di inesorabili emozioni.
E nessuno dei due potrà scappare.
 
 
 
 
Twitter: @MSAseries



***
Io ho letto il primo in versione ebook,
e spero di riuscire ad acquistare il cartaceo di questo
bellissimo volumetto,
Voi avete letto qualcosa di quest'autrice?

18 novembre 2013

Recensione "I regni di Nashira. Nascita di un ribelle" di Licia Troisi

Un racconto di Licia Troisi come intro di un nuovo personaggio presente nel secondo volume de I regni di Nashira.
Eshar è un giovane schiavo, ha sempre avuto un padrone. Ha sempre voluto un padrone.

Titolo: I regni di Nashira. Nascita di un Ribelle
Pagine: 78 pagine
Prezzo: 0,99
Trama:
Eshar ha sempre avuto un padrone. È il suo destino: i Femtiti sono nati per servire i Talariti, la razza superiore, ed è questa legge immutabile che domina la vita su Nashira. Fino al giorno in cui una terribile alluvione non costringe Eshar su una strada, tra i disperati posti all'ultimo livello della scala sociale: gli schiavi senza padrone. È proprio dal fango che la sua vita inizierà davvero: il sodalizio con Almodio, un ladro che lo tratterà come un amico, e l'incontro con la bella Lajke gli insegneranno che nessun destino è scritto.
Voto: 
 



La mia recensione 
I regni di Nahira è una saga spettacolare in cui fantascienza e magia e questo piccolo prequel è davvero un inizio stupendo. Anche se qualche pecca c'era.

Lo stile di questa autrice a me piace moltissimo, lo sapete benissimo ho fatto due recensione sui suoi libri ed entrambe sono più che meravigliose.
Insomma tutto su Nashira sembra essere letale e minaccioso.  E con il suo stile l'autrice ci offre una visione perfetta del suo nuovo mondo.
Il racconto viene descritto con gli occhi di un Femtita che per via di alcuni eventi cambierà del tutto la sua vita. 
Il libro riprende temi fantasy con l'aggiunta di una mezza denuncia sociale.
Se non avete ancora letto niente di Licia vi consiglio di leggere questo racconto per scoprire il suo modo di scrivere. 
Si riconosce ancora lo stile di Licia che differenzia i suoi fantasy dai più classici (Tolkien, Brooks, George Martin...)




16 novembre 2013

Un Troisiano e il suo sogno! Intervista su "I regni di Nashira" di Licia Troisi!

Licia Troisi (Roma, 25 novembre 1980) è una scrittrice italiana, autrice di romanzi fantasy. È l'autrice delle serie ambientate nel Mondo Emerso e di altre opere conosciute, come La ragazza drago e I regni di Nashira. Una regina del fantsay italiano che ha gettato nelle mani dei lettori storie che toccano l'anima, ha da poco pubblicato il terzo atto dei regni di nashira (la mia recensione QUI) ed è per me un onore accoglierla oggi nel mio piccolo rifugio.


1) Ciao Licia benvenuta nel mio blog. Iniziamo senza indugi perchè le domanda sono un bel po'. Allora grazie per esserti presa questo impegno, so che rispondere a molti fan è difficile, non per esperienza ma lo so XD, siamo qui oggi per parlare un po' della tua nuova saga. Una saga che mischia un po' di fantascentifico col fantasy, col quale tu ci hai già fatto sognare e commuovere. Ma l'idea iniziale prevedeva un quadrilogia? E soprattuto come è nata Nashira?
 

L’idea di fare quattro libri mi è venuta in mente mentre scrivevo il primo, quindi sì, sostanzialmente è nata già come una quadrilogia. Per quel che riguarda Nashira, la prima idea mi è venuta da una discussione fatta con Sandrone Dazieri, mentore e amico, al Salone del Libro di Torino del 2010. Lui mi disse che gli sembrava un’idea interessante un posto in cui l’acqua avesse il ruolo dell’aria e viceversa, un posto in cui ci fossero “cascate d’aria”. «Ma fisicamente è possibile?» mi chiese. In effetti no, non lo è :P. Però mi diede l’idea di un posto in cui l’aria fosse scarsa. È nato tutto da lì. 

2) Questa saga è eccezionale, a persino superato il mio amato Mondo Emerso, e penso che questo ti faccia sentire completa? Credo che quando una scrittrice si sente dire che la saga con la quale ha fatto parlare di sé è stata addirittura superata si possa in un certo sento sentire fiera dei tuoi cambiamenti, sbaglio?
Ovviamente sì. Si suppone che il cammino di uno scrittore sia un’evoluzione continua e costante; io non mi sento certo arrivata come scrittrice, e se lo percepissi non ci sarebbe ragione di continuare a scrivere. Per questo mi aspetto che i miei libri siano in crescendo quanto a qualità, capacità di coinvolgere e complessità delle storie. Quando ho iniziato a scrivere Nashira sapevo che ci sarebbero stati confronti con la saga precedente, che aveva avuto successo ed era molto amata. Quindi, quando qualcuno mi dice che preferisce Nashira al Mondo Emerso sono molto contenta, vuol dire che sono riuscita a far superare anche l’affetto che si ha per la saga precedente.

3) Ora parliamo un po' dei personaggi principali, Talitha e Saiph. Io per il momento però vorrei approfondire con te il tema Saiph! Un personaggio che è stato amato moltissimo, a mio parere anche più della protagonista. Anche se devo dire che nell'ultimo libro questo povero servo è diventato il vero protagonista. Come ti sei fatta ispirare? Come è nato questo magnifico personaggio? E c'è la possibilità che nella prossima copertina appaia anche lui? 

Già per questa copertina era stata ventilata l’idea di ritrarre lui, ma, quando la cosa è stata messa ai
voti, ha vinto Talitha. Non posso dire di esserne delusa, perché trovo la copertina di Nashira 3 assolutamente favolosa, la più bella della saga. In linea di massima i miei personaggi nascono spesso a coppie, mi piace la dialettica che si instaura tra personaggio maschile e femminile. Anche Saiph è nato così, come comprimario, solo che ha iniziato ad interessarmi fin da subito. In qualche modo è inedito per il resto della mia produzione. È finita che l’ho usato per esprimere qual è il mio concetto di eroe, e in lui ho incarnato buona parte delle mie speranze e delle cose in cui credo.

*Be' allora vogliamo subito la quarta copertina con Sapih, ci va bene anche al posto della mappa... Lui deve esserci!*

4) Talitha... parliamone. Una protagonista che va un po' oltre rispetto alle altre, nell'analizzare questa eroina ho notato un grande senso di crescita, all'interno dei tre volumi ci sono varie situazioni che l'hanno stravolta, certo non che le altre eroine fossero da meno ma in un certo senso mi sento di dire che sicuramente nel terzo libro Talitha è la più matura di tutte. Tu come la pensi? Anche lei ormai ha occupato un piccolo angolo in zona-scrittura come il nostro amato Ido? 

Indubbiamente Talitha è quella che cambia di più tra tutte le mie protagoniste, più anche di Sofia
. Credo sia dovuto al fatto che parte come personaggio molto infantile; non gliene faccio una colpa, credo sia coerente con l’ambiente nel quale è cresciuta. Adesso è un individuo adulto, che ha capito più o meno quali sono i punti fissi della sua vita. Peccato che è stata messa di fronte a nuove sfide che hanno sconvolto completamente tutto ciò in cui credeva, e chi ha letto sa a cosa mi riferisco…Comunque, nel cuore dei lettori non so, ma nel mio è ancora lontana da Ido, come del resto lo sono tutti i miei personaggi, fatta eccezione per Saiph. Devo dire che Saiph, nel mio personale gradimento, è subito sotto.

5) Ora voglio chiarirmi un po' le idee, perchè io vedendo un po' di interviste in giro mi sembra di aver capito che tu e Paolo state preparando qualcosa su Nashira. Forse mi sbaglio, ma a confondermi di più le idee è l'immagine che hai come sfondo nella zona Libri del tuo sito... Non puoi capire che sbattimento nel cercarla su google. 
 

06 novembre 2013

Recensione "I regni di Nashira-Il Sacrificio" di Licia Troisi

Licia Troisi ci propone una lettura che va oltre al solito Fantasy, con il quale ci aveva già fatto sognare. E se il suo era un progetto per un certo  senso "espatriare" dal classico fantasy... possiamo confermare che l'esperimento è andato a buon fine.
Una quadrilogia che è pronta a rapirci il cuore. I Regni di Nashira di Licia Troisi  ha tutte le carte in regola per essere un MUST letterario. 
L'avventura di Talitha e Saiph è iniziata più di due anni fa, con la pubblicazione del primo capitolo della saga.  Il sogno di Talitha, un inizio saga che non attirava particolarmente ma aveva comunque il suo stile incisivo e lentamente scavava un posticino nel mio cuore. 
Con la pubblicazione de Le spade dei Ribelli, Talitha e il suo stupido schiavo (Saiph :3) hanno decisamente devastato il mio stato d'animo lasciandomi con il fiato corto.
Del resto come si fa a respirare tra le pagine di un'avventura che non ti lascia deluso nemmeno un secondo?



Titolo: I regni di Nashira-Il Sacrificio
Autrice: Licia Troisi
Prezzo: 19,00 euro
Trama:
La fine di Nashira è vicina, e sulle sue terre riarse Talariti e Femtiti, razze da sempre nemiche, continuano a combattere una guerra sanguinaria, ignari del destino che presto li annienterà.
Talitha e Saiph appartengono a due popoli diversi, ma lottano per una missione comune: salvare Nashira e scoprire le origini di Verba, la creatura millenaria sopravvissuta a due catastrofi.
La risposta è custodita nelle profondità della terra, il luogo inviolato in cui secondo la religione dimorano gli dei, il mondo segreto in cui viveva l'antichissimo popolo da cui Verba discende. Ma una terribile profezia grava su Saiph, e lo spingerà a prendere una decisione irrevocabile.
Talitha, braccata dai ribelli e dai soldati talariti, sarà di nuovo costretta a scegliere: lottare per Nashira o seguire Saiph? La sua vita è a un bivio, mentre i due astri che da sempre hanno segnato il fato di Nashira si preparano a riversare sul pianeta un'apocalisse di fuoco.


Voto:




La mia recensione

La narrazione riprende esattamente dove l'avevamo lasciata: Saiph con Verba nel grande deserto e Talitha, che aveva abbandonato la causa dei ribelli, braccata da entrambri i popoli. La lettura è scorrevole e lo stile di scrittura fanno saltare alla mente che Licia Troisi è una vera scrittrice.
I destini di Talitha e Saiph  sembrano ormai molto lontan.
Il mio parere generale su questo libro è più che positivo: Una perla del fantasy italiano.

Nera si sedette con un sorriso stanco e si dispose a ricevere l’ultimo malato. Il decimo, quella mattina. Era talmente esausta che ormai confondeva i volti e i malanni. Alcuni
si consegnavano nelle sue mani come bambini inermi, lo sguardo fiducioso e pieno di speranza nonostante le macchie devastassero loro la pelle fino a renderli quasi irriconoscibili ai propri cari. Altri, incapaci di camminare senza l’aiuto di un bastone, arrivavano con lo sguardo spento e rassegnato. Nera dovette compiere un grande sforzo per concentrarsi sull’ultimo Shylar che le si era presentato. Era uno dei Vecchi, calvo e col volto coperto di rughe.
«Non è nulla di grave» disse dopo averlo visitato.
«Quindi non credete che debba curarmi?» chiese lo Shylar, sollevato.
Nera scosse la testa. «Non temete. Tutto si aggiusterà con la Luce dei Tempi.»
da Il Sacrificio.

Braccata dai ribelli e dai Talariti, Talitha sarà costretta a fuggire. Per settimane rimane nascosta nei camminamenti. Fino a quando , mentre scappava da un'armata di Femtiti la ragazza verrà salvata dal bel Mellkise. Un personaggio secondario che ha il combito dell'aiutante in questa storia, ma anche lui nel suo piccolo ha una storia da raccontare.
Sentì l’aria mancarle sempre più, i polmoni gonfiarsi disperatamente. Poi salirono di nuovo. Chi l’aveva presa la gettò all’interno di un ricovero. Talitha, nonostante le ferite, scattò in piedi, almeno quanto le permetteva lo spazio angusto in cui si trovava.

«Chi sei?» urlò.

Nel ricovero c’era qualcun altro, una figura minuta avvolta in un mantello.

«Hai davvero cattiva memoria…»

Talitha si voltò di scatto. Il suo rapitore, o salvatore che fosse, era dietro di lei. Con un gesto si tolse il cappuccio e la sciarpa, e fece capolino un sorriso ironico sotto una cascata di riccioli rosso cupo e una barba incolta.

«Ben ritrovata, contessina» disse Melkise.
da Il Sacrificio
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...